Notizie comunita' 1/4/2020

Immagine correlata

Carissimi,

molti da più parti ci chiedono notizie sullo stato della Comunità in questa pandemia.

Fino ad ora siamo stati molto restii, non tanto per reticenza nei vostri confronti, ma soprattutto per custodire il silenzio e lo stato di attenzione in una situazione che muta ora per ora e quindi rende la notizia inattuale.

Abbiamo vissuto inizialmente giorni caratterizzati da una crescita del clima di silenzio, che per noi è preghiera, e di deserto. Veramente in questa situazione le parole di Isaia risuonavano dominanti e non le dimenticheremo facilmente, così contestualizzate.

Il nostro lavoro si è subito intensificato, perché dopo aver chiuso il Centro diurno A per esterni, alcuni collaboratori esterni sono venuti a meno o sono stati lasciati a casa: circa 10 persone addette a pulizie, cucina o servizi più almeno 5 preziosissimi volontari, che giornalmente vengono da noi e prestano un valido aiuto in alcuni settori, come cura dell’ambiente, lavanderia o lavori manuali sono venuti a meno.

Abbiamo quindi dovuto provvedere a coprire questi vuoti proprio quando iniziavano i primi segni di positività in alcuni sintomatici. Ci siamo quindi ristrutturati in modo da riadattare alcuni ambienti come il Centro Diurno per positivi donne (5 posti), casa S. Benedetto per positivi uomini e la casa S. Ignazio, non ancora inaugurata, per asintomatici. Si è poi passati ad adattare ogni casa-famiglia a una gestione autonoma in quanto cucina, lavanderia, pulizie. Non è stato semplice ma ora funziona tutto meravigliosamente.

Anche la vita di preghiera è stata riordinata: di fatto celebriamo tre Eucarestie distinte, una da me presieduta in Chiesa madre, dove siamo 15 ogni mattina, alle 6.50; un’altra in casa san Benedetto presieduta da Gioacchino e la terza con don Savio in casa S. Ignazio, in orari diversi. In più don Savio dice una sua messa in streaming per l’universo mondo cinese.

In mattinata io porto le comunioni nelle case a chi non ha potuto partecipare.

Non facciamo più l’Ufficio in comune come le prime due settimane, ma nelle case oppure in modo personale. Chi non può sostituisce i Salmi col Padre Nostro come ci ha insegnato San Francesco. 

Grazie a Dio, fino ad ora anche i positivi hanno avuto una febbricciola iniziale, quasi tutti bassa, che poi è sparita. Ma questo non ci crea illusioni, sappiamo che un peggioramento può arrivare repentino e improvviso e siamo pronti, cosa che è accaduta per es. a M. Augusta, che in questi giorni ha avuto un ritorno di febbre, per cui ieri è stata ricoverata per una notte all’ospedale, dove  non hanno trovato una situazione grave da doverla ricoverare, per cui è ritornata il mattino dopo al Centro dove ora abita con Silvano.

Siamo riusciti a sottoporre due terzi della comunità ai test, aspettiamo di poter completare il turno dei test.

Chi vi scrive è negativo, così come anche Elidia e il vescovo Mariano, i quali tuttavia sono in condizioni gravissime per le loro patologie ordinarie. Non so se ce la faranno e se dovremo lasciarli.

Abbiamo solidarietà immensa e commovente da tutti i cinesi in Italia e anche dalla Cina, è un flusso continuo di aiuti di ogni tipo, sono in continuo collegamento con noi. Ho chiesto ad Alessandro di mandarvi l’aggiornamento ultimo di questi contatti di carità.

In questi giorni sentiamo che il Signore ci ha uniti insieme perché da soli siamo solamente dei fifoni, codardi, impuri, pieni di sentimenti vili, sempre preoccupati per il domani, affannati per cose che non ci sono, centrati su noi stessi più che sugli altri e tanto altro. Stando insieme, tutta la nostra persona viene fuori e nella pressura ancor di più pesa sugli altri. Ma la carità del Signore è più grande del nostro cuore e trabocca in tanti e da tanti fratelli e sorelle, tanto da lavare questi residui di umanità decaduta.

Altre notizie ve le mandiamo attraverso il nostro sito Piccola Famiglia dell’Assunta, che questi giorni cercheremo di rispolverare.

Don Lanfranco

亲爱的各位弟兄姊妹

最近各个地方的弟兄姊妹都在询问我们团体在此疫情下的状况。直到现在我们都曾是停滞不前的,其实这不是对你们隐瞒什么,而是为了在这种瞬息万变的疫情状况下保持一种静默和关注,所以,以致于及时告知信息也成了不切现实的事情。

最初的几天我们曾生活在浓厚的宁静气氛之中,为我们来讲就是祈祷及旷野的生活。在此时刻依撒依亚先知的话再次在我们耳边回响,引领我们,是那么的难以忘记。就这样所有的事情就同时发生了。

首先,我们关闭了残疾中心A,这个中心是为了那些外来的残疾孩子。我们外聘的老师们也开始不来学校或者干脆留在家里。他们都是平日里给我们搞卫生,做饭,至少还有五个志愿者也来帮忙,他们在中心帮助孩子做手工及帮助不同的领域工作。如今都不来了,我们的工作量也就开始加剧和变化了。

所以当起初出现有些人已经显示出阳性症状时,我们就预先考虑到这些不同领域的工作如何来干。我们也就重新调整了不同的几个地方,比如残疾日间学校就给五个确诊为阳性的修女住。圣本笃之家为确诊阳性的修士们住。圣依纳爵之家还没有完工,但我们就把它作为疑似病人的住处。之后让每一个隔离点自己做饭,洗衣服,还有别的事情都是他们自己做,这并不是那么简单的事情,但现在都运行得越来越好。

祈祷生活现在也开始做了重新的安排。每日的三台弥撒也分开举行,第一台弥撒是早上6,50由我在大教堂里面主持。大约有15个人参加。第二台弥撒是由GIOACCHINO 神父在圣本笃之家主持,第三台弥撒由阎萨维神父在圣依纳爵之家主持。另外阎神父还自己为中国及普世疫情做弥撒。早晨弥撒后,我会给那些不能参加弥撒的人逐个送圣体。我们不再像两周前那样集体念诵读日课,如今是个人私下诵念,谁如果不能诵念,那就念天主经,就如圣方济各教给我们的那样。

感谢天主,那些确诊的弟兄姊妹们如今已经没有像起初那么发高烧了,烧已经都降下来了。后来都不再发烧了。但这现象并不能使我们心存任何侥幸。我们知道可能还会有更糟糕的境况会发生。但我们都准备好了!比如M. Augusta修女,她这几天一直反复发烧,直到有一天晚上被送到医院,在医院住了一个晚上,反复检查,早晨又被送回家里,医院说她没有具备住院的那种症状,所以就把她又送到了残疾学校A,和她照顾的残疾孩子Silvano在一起。

目前我们团体的三分之二的成员都做了核酸测试,现在我们等待剩下的成员都能够做核酸测试。

本人被检查为阴性。还有像Elidia及Mariano退休老主教,他们即使是被检查为阴性,但他们自身的病情也使他们处于很严重的状况。我们不知道医生们是否能治好他们的疾病,或者他们会离开我们。

很多大陆的华人朋友以及意大利华人在这次疫情中和我们紧紧地团结在一起,这是多么的伟大和感人的爱德。他们以各种形式的援助帮助我们,及时和我们保持联系。我特别嘱托亚历山大修士给你们发去最新的爱德内的联系。

最近这段时间我们深深感到是主把我们联合在一起。因为我们单独的个体都是胆小,怯懦,不洁及充满着惧怕之情的人。常为那些明天还不存在的事情而忧虑。经常只关注自己,总是比关注身边的人多很多。如今我们都聚在一起,我们的整个人格都在给别人施压中呈现出来了。但天主的爱总是比我们的心要大得多。他的爱在很多弟兄姊妹中,并从众多的弟兄姊妹们中涌流出来,洗刷我们堕落人性的污秽。

在未来的时间里我们会透过我们团体的网站www.piccolafamiglia.it 给你们发来其它最新的消息。

                                                            Lanfranco 神父