La nostra preghiera

La preghiera: in ogni forma e per ogni momento della giornata, può essere solo o preparazione o prolungamento dell'Eucarestia, quindi non nostra, ma di Gesù e della Chiesa in noi;
- nella celebrazione della Liturgia delle Ore, come una cosa sola con la Messa;
- in due ore di orazione, di cui una almeno come lectio divina, prevalentemente intorno al capitolo quotidiano della Scrittura, che è il vincolo costante di unità e di pace dell'intera comunità;
- nel rosario, recitato col desiderio di essere uniti dall'abbraccio della Mamma celeste a tutti i fratelli, specialmente ai più umili, ai più indotti, ai più bambini, e ai nostri Morti che già ci hanno preceduto in paradiso;
- nella confessione frequente ad un confessore abituale;
- nella giornata di silenzio e di preghiera due volte al mese;
- in almeno due periodi si sette giorni di ritiro e di preghiera ogni anno.

(dalla Piccola Regola)