Capo primo dello statuto

Natura e scopo dell'associazione

Art. 1
La "Piccola Famiglia dell'Assunta" è un'Associazione di fedeli posta sotto il patrocinio della Vergine Assunta, dei santi Ignazio di Antiochia, Benedetto, Francesco d'Assisi, Teresa di Gesù Bambino, Apollinare, Gaudenza, Innocenza, Romualdo, Camillo de Lellis e Beata Chiara da Rimini.

Art. 2
Scopi dell'Associazione sono:
- lo sviluppo coerente e continuo della vita battesimale dei suoi membri sino alla sequela pura e totale del Cristo. sia per gli uni nella via della castità per il Regno dei cieli, sia per gli altri nel sacramento del matrimonio;
- la lode della gloria della Trinità Santissima, Padre, Figlio e Spirito Santo, e l'attesa vigilante e amorosa del ritorno del Signore Gesù;
- l'intercessione incessante per la Chiesa di Rimini,per tutta la Chiesa, per tutti gli uomini, specialmente per i più piccoli e i più miseri, per quelli che ancora non conoscono Gesù e il suo Evangelo;
- l'accompagnarsi ai malati e ai poveri che avremo sempre con noi;
- tutto questo facilmente inserito e vissuto senza riserve in seno all'intera comunità diocesana, in totale sottomissione al Vescovo e in piena comunione con i presbiteri, con i diaconi e con il popolo di Dio della Chiesa riminese.

Art. 3
Tutti i membri  dell'Associazione debbono vivere nella certezza di fede che questi scopi non possono essere realizzati senza la prevenzione dello Spirito Santo, l'Amore increato, attinto:
- dalla Sacra Scrittura (nell'inscindibile unità di Antico e Nuovo Testamento) ogni giorno letta, pregata, commentata in lettura continua, in modo conforme alla grande tradizione della Chiesa, cioè dei suoi Padri e del suo magistero;
- dall'Eucaristia quotidiana, celebrata e vissuta con degna ampiezza, nel quadro pacato e profondo della Liturgia delle Ore, e preparata, avvalorata ed interiorizzata da un congruo spazio di preghiera personale.

Art. 4
Tutti i membri, nella proporzione richiesta e consentita dallo stato di ognuno, troveranno ispirazione e norma nel breve compendio annesso di principi spirituali (la "Piccola Regola"): cioè si lasceranno condurre da uno spirito di semplicità e di spogliazione, di ubbidienza e di abbandono alla iniziativa preveniente di Dio, il quale solo può dare l'umiltà del Cristo e la sua carità piena ed universale.
Tutti i membri avranno come loro "Grande Regola" l'Evangelo, particolarmente come è stato compreso e vissuto dai quattro santi Ignazio di Antiochia, Benedetto, Francesco d'Assisi e Teresa di Gesù Bambino.